L’infrastruttura IT è uno strumento strategico per ogni organizzazione: permette agli utenti di accedere a risorse condivise, consente la comunicazione in svariate forme e offre solide soluzioni di backup, oltre ovviamente a rendere disponibili strumenti, dati o applicazioni necessari al lavoro quotidiano. L’infrastruttura IT va quindi vista come una risorsa strategica, sempre migliorabile e da mantenere in piena efficienza.

Ci sono degli ambiti importanti che meritano di essere approfonditi al fine di migliorare l’infrastruttura IT, ma è importante considerare il processo di aggiornamento e mantenimento dell’infrastruttura IT in modo organico e completo: il semplice upgrade delle risorse scalabili potrebbe rivelarsi poco efficace sul medio e lungo periodo.

 

L’iperconvergenza come target dell'infrastruttura IT

In alcuni contesti si può rivelare più vantaggiosa l’adozione di un’infrastruttura iperconvergente. Infatti, sfruttando soluzioni iperconvergenti l’infrastruttura IT diviene estremamente flessibile, e scalabile, con possibilità di adeguarsi a nuove esigenze e carichi di lavoro ben differenti rispetto a soluzioni standard. Da una soluzione iperconvergente deriveranno anche vantaggi di ordine economico, soprattutto in fase di upgrade.

Inoltre, questo processo di trasformazione verso infrastrutture IT iperconvergenti può essere applicato in modo graduale e ibrido, con ampio margine di manovra e di modulazione in sede di investimento.

 

Soluzioni e risorse in cloud per un’infrastruttura IT flessibile

Un asset ormai fondamentale per migliorare la propria infrastruttura IT è il cloud. Su questo fronte ogni organizzazione può valutare quali siano le attuali esigenze e quali siano le prospettive future in termini di risorse; da questo bilancio emergerà un quadro chiaro che permetterà di scegliere le soluzioni cloud più adeguate e in grado di offrire la miglior scalabilità. L’infrastruttura in cloud potrà essere sfruttata per lo storage dei dati, ma anche per istanze virtuali dedicate alla gestione di servizi specifici.

Infrastruttira IT: cosa fare esattaemente?

Si tratta di scelte che possono essere fatte con un’elevata granularità, scelte che permettono anche la creazione di un ambiente ibrido al fine di mantenere in essere una parte di infrastruttura IT on-premise. Queste valutazioni dovranno tener conto di aspetti economici, tecnici ma anche normativi in merito alla gestione e memorizzazione dei dati.

 

Backup e conservazione dati: l'infrastruttura IT sicura

Un’area a cui dedicare importanti risorse a livello di infrastruttura IT è quella della protezione dei dati e del backup, soprattutto in relazione al valore che i dati rappresentano in ogni organizzazione. Perdite e furto di dati sono situazioni assolutamente da evitare, e per fare ciò è necessario poter disporre di backup solidi, frequenti e conservati in ambienti sicuri.

Sicurezza in cloud per l'infrastruttura IT

Anche in questo scenario le soluzioni on-premise possono essere sostituite o affiancate da risorse in cloud, con il vantaggio che quest’ultime possono essere gestite con costi certi e prevedibili. Inoltre, le soluzioni in cloud per loro natura consentono la memorizzazione anche su risorse geograficamente distanti dalla posizione in cui un’organizzazione si trova. Questa caratteristica mette al sicuro anche da scenari geopolitici difficili e critici.

 

Infrastruttura IT funzionale al Disaster Recovery Plan

Il backup dei dati è un asset fondamentale nell’ambito di un disaster recovery plan di successo, e proprio quest’ultimo rappresenta un elemento che deve essere affinato, migliorato e aggiornato costantemente in ogni organizzazione. Un buon disaster recovery plan mette a fuoco svariati scenari di difficoltà: problemi di sicurezza dell’infrastruttura IT, criticità di ordine geografico o geopolitico e incidenti di varia natura che mettono a rischio l’ambiente fisico in cui l’infrastruttura IT è ospitata.

In questo ambito i margini di miglioramento sono enormi per un’infrastruttura IT, con soluzioni che devono essere costantemente aggiornate e attualizzate per quelli che sono i nuovi scenari di crisi, a tutto vantaggio della business continuity che deve rappresentare il principale obiettivo.

 

Infrastruttura IT e smartworking

Molte organizzazioni negli ultimi mesi si sono dovute confrontare con crescenti esigenze di smartworking. Ciò ha richiesto sforzi in ambito organizzativo ma anche strutturale: realtà impreparate hanno dovuto accelerare e correre ai ripari, organizzazioni più lungimiranti hanno dovuto gestire la situazione prevedendo upgrade, necessari e improrogabili in una situazione di tale emergenza.

Questo aspetto merita ovviamente anche successivi aggiornamenti e investimenti al fine di consolidare quanto già fatto; in questi specifici ambiti alcune delle parole chiave su cui basare i miglioramenti dell’infrastruttura IT sono VPN, virtualizzazione, cloud e smart communication.

 

Monitoraggio delle infrastrutture, scopri quali soluzioni adottare. Clicca qui e scarica il White paper:

Topic: Business Continuity